01-07-2014

Quali sono i sintomi?

 

Una buona conoscenza dei fibromi uterini e dei loro sintomi è essenziale per scegliere la terapia più idonea al caso di ogni donna.

 

Secondo i casi, i sintomi possono essere vari, oppure inesistenti. Tutto dipende dalla dimensione e dalla posizione del tumore. I fibromi uterini possono pertanto alterare profondamente la vita quotidiana di alcune donne, mentre possono passare totalmente inosservati in altre. In quest’ultimo caso, non è necessario trattare i fibromi. È sufficiente un regolare controllo da parte del ginecologo.

 


Sintomi legati al ciclo mestruale

Poiché i fibromi sono sensibili agli ormoni, i sintomi sono spesso legati al ciclo mestruale.

 

Appena prima della menopausa, quando il livello di estrogeni tende ad incrementare, la dimensione dei fibromi aumenta, con il conseguente accrescimento dei sintomi. Una volta stabilita la menopausa, il livello di estrogeni diminuisce notevolmente. I fibromi e i rispettivi sintomi si riducono. Le donne che usufruiscono di una terapia  ormonale sostitutiva possono tuttavia continuare a soffrire, poiché questo trattamento terapia consiste nel fornire all’organismo gli ormoni mancanti (estrogeni e progesterone). Non è raro che le donne colpite da fibroma uterino ne sottovalutino i sintomi (emorragie e dolori).


I sintomi più comuni:

 

Emorragie mestruali abbondanti e prolungate (menorragia),

Gonfiori, con una sensazione di pesantezza a livello del bacino,

Dolori nel basso ventre,

Frequente stimolo di minzione se i fibromi esercitano una pressione sulla vescica,

Stipsi se i fibromi comprimono l’intestino crasso o il retto.

 

Sono riportati anche sintomi meno frequenti, come dolori in occasione dei rapporti sessuali, o dolori a livello lombare (lombalgie).

 

Fonte: SFICV 

 

Le informazioni fornite sul sito www.fibrome-uterin.fr sono destinate a migliorare e non a sostituire il rapporto diretto tra la paziente (o l’utente del sito) e i professionisti della salute.